La pseudoscienza (a volte) funziona

clock-change-fall
 

Un vecchio orologio a lancette, che sia rotto, funziona perfettamente almeno due volte al giorno. Se trasportiamo lo scheletro teorico di questo esempio nel campo della pseudoscienza, il risultato è che anche in questo marasma di ipotesi e teorie errate si possono incontrare dei risultati positivi; ciò che conta, però, è riuscire a saperli leggere e valutare per quello che sono realmente. Prendiamo un caso concreto, il rifiuto dei vaccini in quanto supposta causa di autismo: se presupponiamo che X provochi la malattia Y, in teoria togliendo X la malattia Y non dovrebbe presentarsi. Come possiamo notare si tratta di una semplice proposizione di causa-effetto, proposizione che in questo caso non può che portare a risultati di certo sicuri pur essendo falsa.

Vaccino per la poliomielite (scienza)

Vaccino per la poliomielite (scienza)

Prendiamo un campione di persone che abbiano ricevuto dei vaccini, un teorico numero di 100. Immaginiamo quindi che su queste 100 persone 2 presentino sintomi di autismo; ciò che ne consegue è che 98 persone non presentano questi sintomi. Se a questo campione dovessimo metterne a confronto uno nel quale le persone non abbiano ricevuto alcuna iniezione di vaccini, il risultato sarebbe lo stesso, ossia 98 contro 2. Se volessimo dimostrare che le persone non vaccinate non soffrono di autismo avremmo quindi 98 casi esemplari da portare a conferma della veridicità della teoria; per quanto un tale ragionamento sia facile da smontare a chi sia avvezzo al meccanismo soggiacente, non lo è altrettanto per la maggioranza della popolazione civile. Con questo non si vuole dire che tale maggioranza sia formata da persone con QI basso, quanto che i meccanismi della pseudoscienza sono psicologicamente più ammalianti quanto si possa presupporre.

Unguento di serpente (pseudoscienza)

Unguento di serpente (pseudoscienza)

Non tutte le teorie pseudoscientifiche si rifanno tuttavia a questo trucco. Alcune si rivelano false senza neppure dare un minimo numero di (erronei) riscontri positivi; in questi casi si tratta di un orologio rotto a cui mancano anche le lancette. Esempi di questo tipo sono le fantomatiche cure per il cancro (o, per essere più precisi, per i vari tipi di cancro), cure che si scoprono essere ovviamente del tutto basate sul nulla; casi di questo genere non riescono comunque ad essere eradicati facilmente e gli unici esiti sono le speranze (e le finanze) distrutte di chi ci si affida.