La notte dei ricercatori: 25 e 26 settembre

Notte dei Ricercatori La CittA� incontra la��UniversitA� a�� La��UniversitA� incontra la CittA� venerdA� 25 e sabato 26 settembre 2015 Meet Me Tonight – La Notte dei Ricercatori – A? un’iniziativa europea che Continua a leggere »

Evoluzione tecnologica

Secondo i dettami evolutivi una specie sopravvive solo quando riesce a trovare un equilibrio con il suo intorno; in termini piA? semplici, come prima conseguenza si potrebbe dire che la sopravvivenza A? Continua a leggere »

Fermi Redux

Il paradosso di Fermi, nella sua forma piA? semplice, pone un quesito molto chiaro: se esistono altre forme di vita intelligenti nell’universo, perchA� fino ad oggi non abbiamo mai avuto alcun contatto Continua a leggere »

Tag Archives: genetica

Valerio Pocar – Etica e Bioetica

Valerio Pocar a Filmstudio 90 per l’Estate Scientifica di Storie di Scienza. Conferenza sull’etica darwiniana.

Storie di Bufale : Il gene biondo recessivo

Leggenda dal retrogusto di verosimile, la teoria del gene biondo recessivo presuppone che con il passare del tempo la popolazione umana si appiattisca in un completo color corvino. Questa ipotesi si poggia su una visione della genetica in cui i caratteri dominanti sono destinati a sopraffare (e a far estinguere) qualsiasi altro carattere a loro inferiore, nello specifico una lotta cromatica per la sopravvivenza su scala pilifera.

La��ipotesi del gene biondo recessivo dimostra subito un carattere di semplificazione quasi manichea: sebbene si possa dividere la popolazione mondiale in quattro grandi gruppi (capelli scuri, capelli castani, capelli rossi e capelli biondi), alcuni di questi sono infatti a loro volta classificabili in ulteriori sottogruppi (dal castano scuro al castano ramato, ad esempio). Se veramente si dovesse parlare di estinzione, questa dovrebbe allora includere tutti i colori tranne il nero corvino, non solo il biondo.

Tabella dei colori dei capelli.

Tabella dei colori dei capelli.

La realtA� dei fatti A? ben differente. I geni biondi vengono infatti trasmessi attraverso varie generazioni anche quando non compaiono direttamente, ed A? pure piA? che possibile che in una famiglia dai capelli scuri possa comparire un figlio (o una figlia) con i capelli chiari: non A? necessario scomodare la frase latina a�?mater semper certa esta�?, basta rifarsi al concetto di deriva genetica di Cavalli-Sforza (vedasi Geni, Popoli e Lingue) e presupporre che un antenato avesse quel colore dei capelli (diventato parte del nostro patrimonio genetico).

CiA? che sA� A? possibile A? una diminuzione della percentuale di persone con un determinato tipo di colore, non la loro assoluta scomparsa (la bufala, inoltre, presuppone che questa si verifichi nel 2202). Una dimostrazione dei meccanismi la si puA? vedere nella��Italia meridionale: non A? infatti difficile trovare persone con occhi e capelli chiari, a dimostrazione di un lascito genetico non indifferente. Certo, si puA? essere portati a credere che il corvino sia il colore del futuro guardando le popolazioni asiatiche, ma non A? piA? semplice presupporre che il a�?gene del colore chiaroa�? non faccia parte del loro patrimonio e quindi non abbia mai potuto mostrarsi?

Aspettando AttivissimoA�

Link :A�A� http://science.howstuffworks.com/life/genetic/redhead-extinction.htm

http://www.snopes.com/science/stats/blondes.asp

http://news.bbc.co.uk/2/hi/health/2284783.stm

http://www.who.int/mediacentre/news/statements/statement05/en/

http://it.wikipedia.org/wiki/Capelli

Storie di Bufale : La guerra genetica degli YanomamA�

Difficile dire se si tratti o meno di un falso clamoroso. Americano, laureato in antropologia (e docente della stessa materia), Napoleon Chagnon vanta credenziali tutta��altro che dubbie; verso gli anni a��60 decise di studiare la tribA? degli YanomamA�, popolazione autoctona sudamericana definita tra le piA? violente del mondo (si veda anche YanoA�ma. Dal racconto di una donna rapita dagli indi, trascrizione da parte della��antropologo Ettore Biocca di quanto narrato da Helena Valero).

I contatti tra Chagnon e gli YanomamA� non iniziarono certo nel migliore dei modi: gli amerindi, infatti, rispondevano alle domande dello studioso inventando di sana pianta le piA? astruse falsitA� con la��intenzione di prendersi gioco di Chagnon. Anche davanti alla semplice richiesta di sapere i loro nomi ciascuno rispondeva utilizzando parole a prima vista innocenti (ossia nomi propri) che si rivelarono poi essere pesanti parolacce.

Napoleon Chagnon

Napoleon Chagnon

Chagnon non si perse da��animo: usando delle telecamere si mise a riprendere i comportamenti della tribA?, focalizzandosi in special modo sui momenti di violenza. Ricontrollando meglio il materiale registrato arrivA? a formulare ciA? che per lui poteva essere la��unica ipotesi plausibile per dare una spiegazione alla lotte intestine (lotte che si svolgevano non tra tribA? diverse ma, sia ben chiaro, alla��interno della stessa tribA?): le fazioni che si creavano rispondevano a nascosti legami genetici. Un cugino di terzo grado si trovava cosA� a lottare al fianco del suo parente piA? prossimo senza esserne cosciente, entrambi in una posizione ostile a chi aveva meno punti di contatto con il loro corredo genetico.

Ad oggi alcuni studiosi di antropologia hanno avanzato una forte critica alla teoria di Cragnon, una critica per nulla superficiale: il corredo genetico non avrebbe infatti alcun valore nelle faide interne degli YanomamA�. La causa di questi momenti di violenza intestina, violenza a prima vista folle (chi infatti ucciderebbe il proprio compagno di tribA? senza un motivo apparente?) sarebbero da imputarsi a Chagnon stesso: per ingraziarsi le varie persone della tribA? regalava loro machete ed altri strumenti, ma il numero dei regali era inferiore al numero degli abitanti. Le lotte, quindi, non erano genetiche: si sarebbe trattato di semplice invidia e volontA� di possesso.

 

Aspettando AttivissimoA�

 

Link : A� http://www.hutukara.org/

http://en.wikipedia.org/wiki/Yanoama:_The_Story_of_Helena_Valero,_a_Girl_Kidnapped_by_Amazonian_Indians

http://en.wikipedia.org/wiki/Napoleon_Chagnon